L’ASL Napoli 2 Nord ha diffidato il Comune di Monte di Procida dal realizzare screening su cittadini sospetti di contagio da COVID19, utilizzando un laboratorio privato non autorizzato per tale attività.

Infatti, in base ad informazioni comunicate da alcuni Medici di Medicina Generale, l’Azienda è stata informata che un laboratorio privato che non sarebbe accreditato per l’elaborazione dei tamponi, starebbe effettuando test per il COVID19. Alla luce di tali informazioni, il Dipartimento di Prevenzione dell’ASL Napoli 2 Nord ha diffidato il Comune di Monte di Procida, dallo svolgimento di tale attività.

L’affidabilità del test per il COVID19 è fondamentale per circoscrivere il contagio ed evitare la possibilità che pazienti contagiati, risultati come falsi negativi, possano trasmettere il virus.
Per questa ragione la Regione Campania ha autorizzato ad effettuare esami per Covid19 solo centri Privati con una capacità operativa utile a garantire l’affidabilità di tale esame.

Il personale dell’Azienda Sanitaria ha avviato i controlli sul laboratorio protagonista della vicenda, per verificare se ricorrano le condizioni per l’applicabilità delle sanzioni previste per lo svolgimento di attività sanitaria non autorizzata. In questi casi possono essere previste sanzioni che arrivano fino alla revoca della convenzione con il Servizio Sanitario.

Per la giornata di oggi, a Monte di Procida, l’ASL allestirà presso il Comune un punto di effettuazione tamponi straordinario, per sottoporre a screening circa 200 persone, partecipanti ad un matrimonio che ha fatto registrare la presenza di alcuni casi positivi. Tale attività è stata programmata per verificare gli esiti dei tamponi effettuati in modo irregolare e avere certezza sui contagi.

CONDIVIDI