Il 19 novembre è il ‘World Toilet Day’, la giornata mondiale voluta dall’Onu dal 2001 per sensibilizzare il mondo sull’importanza di adeguati e puliti servizi igienici. Una giornata resa necessaria dal mancato accesso ai servizi igienici di base di oltre 2 miliardi di persone nel mondo, circa il 30% della popolazione complessiva.

Dei 2,3 miliardi complessivi, circa 600 milioni condividono il bagno con altre famiglie mentre quasi 900 milioni non lo hanno affatto e utilizzano la natura come wc. Questo, sottolineano gli organizzatori, ha “un impatto devastante sulla salute pubblica, le condizioni di vita, la nutrizione, l’educazione e la produttività economica in tutto il mondo”.

Il tema di questa edizione sono le ‘soluzioni naturali’ al problema, mentre negli anni passati ci si è concentrati sullo spreco dell’acqua o sulla creazione del lavoro connesso ai servizi igienici. Fra le iniziative previste quest’anno una Hackaton in Ghana per promuovere soluzioni che passino attraverso il digitale, una gara di disegni nelle scuole dell’India e la proiezione del film di Bollywood ‘Toilet: a Love Story’ in Canada.

CONDIVIDI