“Oggi e’ stato presentato al ministero della Giustizia il disegno di legge recante modifica al codice di procedura penale per la tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, il cosiddetto ‘Codice rosso’: si tratta di interventi che provano ad agire in prevenzione, cioe’ quando una donna decide, con grande fatica, attraverso un percorso di coraggio, di rivolgersi allo Stato per denunciare magari la violenza domestica che sta subendo, in quel momento lo Stato deve attivarsi con immediatezza, come accade al pronto soccorso di fronte a un caso grave. Se diamo per scontato che uno va in un pronto soccorso quando sta male, soprattutto in una situazione di codice rosso: sta male e gli viene data un’urgenza”. Lo dice il Guardasigilli Alfonso Bonafede rispondendo al ‘question time’ alla domanda su quali iniziative il ministro voglia assumere per contrastare la violenza di genere. “E’ giusto inasprire le pene, ma sappiamo tutti che non ha funzione deterrente su questo tipo di reato – continua il ministro – e cio’ impone allo Stato di agire in prevenzione. Il disegno di legge prevede che il pubblico ufficiale che riceve denuncia debba darne immediata comunicazione, senza discrezionalita’ sulla valutazione dell’urgenza, al pm – aggiunge Bonafede – che entro tre giorni deve sentire la persona che ha fatto la denuncia. Dopodiche’, nel momento in cui delega alla polizia giudiziaria atti di indagine, questa deve agire con immediatezza e, dopo che ha compiuto le indagini, sempre con immediatezza deve informare il pubblico ministero. Inoltre e’ prevista – spiega ancora – in accordo col ministro della Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, che ha fortemente voluto questa legge, una formazione per gli agenti e per tutti coloro che avranno la possibilita’ di interloquire con la denunciante”.  Presente in conferenza stampa anche la presentatrice Michelle Hunziker, che con Giulia Bongiorno ha creato nel 2007 la Onlus Doppia Difesa, per  offrire aiuto a chi ha subìto discriminazioni. Proprio la presentatrice tv svizzera ha lanciato un appello alle donne: “Non andate mai all’ultimo appuntamento con l’ex, è quello dove scattano le tragedie”
CONDIVIDI