Indagini per tutti i neonati del territorio campano grazie al laboratorio di Screening Neonatale Esteso (SNE) inaugurato oggi dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nella sede del Ceinge, centro di Napoli che opera nel campo della biologia molecolare e delle biotecnologie avanzate applicate alla salute dell’uomo. Grazie allo screening neonatale esteso sara’ possibile individuare al momento della nascita oltre 40 patologie metaboliche genetiche, prima che queste possano manifestarsi ed evitare danni irreversibili per il bambino. Saranno effettuate diagnosi tempestive di malattie metaboliche ereditarie, cosi’ da consentire ai medici di adottare, gia’ dai primi giorni di vita, le terapie piu’ adeguate per migliorare il decorso della patologie ed evitare complicanze. “Il Ceinge e’ oggi una splendida realta’ – sottolinea Pietro Forestieri, presidente del Ceinge -, di assoluta eccellenza nazionale e internazionale. Le indagini genetiche hanno ormai un ruolo di importanza vitale della programmazione terapeutica delle malattie oncologiche. Il nuovo Centro Unico di Screening Neonatale regionale rappresenta un’altra tappa fondamentale del percorso che consentira’ alla Campania di entrare nel novero delle Regioni virtuose in questo settore”. Il Laboratorio SNE del Ceinge opera infatti nell’ambito del Centro Unico Screening Neonatale regionale con la collaborazione di punti nascita e Tin della Campania, l’azienda ospedaliera dell’universita’ di Napoli Federico II e l’ospedale Santobono-Pausillipon. Tutti i centri, grazie a un sistema informativo che gestisce le fasi preanalitica, analitica e post analitica, sono in grado di seguire uniformemente l’intero iter dello screening.
https://www.youtube.com/watch?v=fWlSRJMyokA&t=15s
https://www.youtube.com/watch?v=SkXqqdHtXOQ
CONDIVIDI