Il ‘pillolo’ maschile e’ piu’ vicino: test su un centinaio di volontari americani di un nuovo mix ormonale indicano il raggiungimento di un effetto contraccettivo dopo 28 giorni di uso del prodotto. Preso una volta al giorno, proprio come la pillola femminile, il ‘pillolo’ – si chiama ‘dimethandrolone undecanoate’ (DMAU) – combina le attivita’ di un ormone androgeno come il testosterone e di un progestinico. Secondo l’autore principale dello studio, Stephanie Page, professore di medicina alla University of Washington, “i risultati raggiunti nei test sono senza precedenti nella strada per la messa a punto di una pillola anticoncezionale maschile”. Il rapporto verra’ presentato nei prossimi giorni alla conferenza annuale degli endocrinologi a Chicago. Il nuovo mix e’ stato sperimentato su 100 volontari sani, tra i 18 e i 50 anni, divisi in diversi gruppi: alcuni hanno preso 100 mg del prodotto, altri 200 mg, altri 400 mg, altri un placebo. Gli uomini che assumevano i livelli piu’ elevati hanno evidenziato un ‘marcato effetto di soppressione’ del testosterone ed altri ormoni necessari per la produzione di sperma. Ma anche i volontari che prendevano il pillolo piu’ leggero, hanno mostrato segni di inibizione delle capacita’ di produzione di sperma. Studi piu’ vasti du DMAU sono gia’ in cantiere.

CONDIVIDI