A Napoli un volto di ‘Un posto al sole’ per vincere la diffidenza contro i vaccini. Sul circuito ‘Video Metrò’ arriva, infatti, Patrizio Rispo, uno dei volti più conosciuti e apprezzati di Napoli, con un breve monologo di grande impatto. “L’attore ha accettato di prestare la propria immagine e di parlare alla gente a ‘cuore aperto’, un dialogo che annulla ogni distanza e diffidenza su un tema tanto importante quanto complesso, com’è oggi quello dei vaccini”, si legge in una nota dell’Ordine dei medici e odontoiatri di Napoli sceso in campo a fianco alla la Asl Na 1 Centro per far comprendere ai cittadini l’importanza delle vaccinazioni.

“Dobbiamo vincere l’immotivata diffidenza – dice Silvestro Scotti, presidente dell’Ordine napoletano – che è figlia delle fake news e di una comunicazione social spesso priva di qualsiasi fondamento scientifico e del tutto fuori controllo. In questo caso abbiamo scelto il volto di uno dei beniamini della città, ma questa è solo l’ultima in ordine di tempo delle iniziative che abbiamo messo in campo e che intendiamo creare per assolvere ad una delle più importanti tra le nostre funzioni istituzionali”. La campagna nasce dalla sinergia che l’Ordine dei medici ha con l’Asl Napoli 1 Centro, ampliata grazie ad un protocollo d’intesa sottoscritto per un nuovo ruolo che l’Ordine vuole avere al fianco delle Istituzioni sanitarie del proprio territorio.

“In questo modo -sottolinea Scotti – i medici partenopei potranno sviluppare al meglio le politiche sanitarie, in particolare quelle riferite alla prevenzione, che resta l’unico ambito su cui l’investimento in sanità può produrre risparmio a medio e lungo termine. Un risparmio che consenta la sostenibilità e la sopravvivenza del Servizio sanitario nazionale”.

Già da tempo nei metrò partenopei l’Ordine dei medici di Napoli ha lanciato una vera e propria ‘offensiva anti bufale’ che ha avuto un grande successo. Oggi tocca a Patrizio Rispo dare voce ai consigli dei medici e ricordare a tutti i cittadini che il vaccino contro l’influenza di stagione è gratuito oltre i 65 anni di età e per quanti hanno patologie croniche. “La campagna vaccinale – dice il manager Asl Mario Forlenza – è partita il 5 novembre, vaccinarsi è un gesto semplice che può salvare la vita. In questo senso il ruolo dei medici di famiglia, dei distretti sanitari e dei centri vaccinali è cruciale: sono, è sempre più saranno, dei presidi a tutela della salute pubblica”.

“In questo modo -sottolinea Scotti – i medici partenopei potranno sviluppare al meglio le politiche sanitarie, in particolare quelle riferite alla prevenzione, che resta l’unico ambito su cui l’investimento in sanità può produrre risparmio a medio e lungo termine. Un risparmio che consenta la sostenibilità e la sopravvivenza del Servizio sanitario nazionale”.

Già da tempo nei metrò partenopei l’Ordine dei medici di Napoli ha lanciato una vera e propria ‘offensiva anti bufale’ che ha avuto un grande successo. Oggi tocca a Patrizio Rispo dare voce ai consigli dei medici e ricordare a tutti i cittadini che il vaccino contro l’influenza di stagione è gratuito oltre i 65 anni di età e per quanti hanno patologie croniche. “La campagna vaccinale – dice il manager Asl Mario Forlenza – è partita il 5 novembre, vaccinarsi è un gesto semplice che può salvare la vita. In questo senso il ruolo dei medici di famiglia, dei distretti sanitari e dei centri vaccinali è cruciale: sono, è sempre più saranno, dei presidi a tutela della salute pubblica”.

CONDIVIDI