Potrebbero essere circa 30mila i bambini sotto i sei anni non in regola con la documentazione per le vaccinazioni, ma di questi e’ impossibile sapere quanti non saranno ammessi a scuola, perche’ ogni Regione si comportera’ in modo diverso. Lo afferma il past president della Societa’ italiana di Igiene Carlo Signorelli alla vigilia della scadenza del termine del 10 marzo per la presentazione dei certificati vaccinali necessari per evitare l’esclusione da nidi e materne

CONDIVIDI