Una semplificazione, dopo mesi di polemiche sull’obbligo dei vaccini a scuola, era necessaria. Ed è arrivata, ieri, con un emendamento (al decreto fiscale collegato alla manovra) approvato in commissione Bilancio al Senato per limitare i disagi delle famiglie alle prese quest’anno, per la prima volta, con i vaccini obbligatori per i ragazzi in età da obbligo scolastico: dal prossimo anno scolastico, infatti, sarà l’anagrafe vaccinale a ridurre tempi e disagi per le famiglie e a comunicare direttamente con la scuola di riferimento.

CONDIVIDI