“Invito il neo commissario dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, a essere concreto esibendo le analisi relative alla farmaco vigilanza sui vaccini. Invito che faccio a nome di tutti i biologi ricercatori abituati al metodo del confronto scientifico”. Lo dice, in una nota, il senatore Vincenzo D’Anna, presidente dell’Ordine nazionale dei Biologi.

“La gente comune – prosegue – stenta a credere possibile che su una confezione di yogurt siano indicate tutte le sostanze che compongono l’alimento da ingerire, mentre per un farmaco come i vaccini, che viene iniettato direttamente nel corpo di un bimbo, le autorità non ritengano di tranquillizzare la popolazione esibendo tutti i test relativi alla loro esatta composizione quali-quantitativa. Test, lo ricordo, che riguardano pur sempre un trattamento sanitario reso obbligatorio dallo Stato in assenza di reali circostanze epidemiche. Ritengo non ci sia migliore argomento persuasivo per incentivare la gente a vaccinarsi che rassicurarla, dati alla mano”, conclude il presidente dei biologi.

CONDIVIDI