“Se dovesse passare questo emendamento, chiediamo che ci sia una verifica sistematica delle autocertificazioni. La ratio dell’istituto dell’autocertificazione è infatti quella di semplificare la vita al cittadino, ma non esenta le amministrazioni dall’obbligo di verifica”. Lo sottolinea Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo), dopo la notizia dell’ultimo emendamento in tema di vaccini.

“Comprendiamo e siamo solidali con le difficoltà dei presidi e degli istituti scolastici ad adeguarsi a questo provvedimento a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico. Invitiamo perciò il ministero – continua – a sollecitare le Regioni all’istituzione rapida e in maniera uniforme delle anagrafi vaccinali”.

“Ricordiamo che, in ogni caso, l’autocertificazione non esime il cittadino dall’obbligo della vaccinazione e che produrre autocertificazioni false è reato”, conclude Anelli.

CONDIVIDI