La diagnosi di sclerosi multipla non e’ la fine ma l’inizio di un nuovo percorso di vita, qualche volta un po’ piu’ difficoltoso ma un piano B che dobbiamo accettare e che qualche volta si rivela anche migliore del piano A che ci eravamo prefigurati”. Sono nelle parole di Angela Martino presidente nazionale AISM Onlus, la forza e la motivazioni alla base della nona edizione del convegno #GiovanioltrelaSM, in programma presso il Lifestyle A.Roma Hotel in via Giorgio zoega 59. Un appuntamento ormai imperdibile per centinaia di ragazzi under 35 con sclerosi multipla, un evento che spesso rappresenta il primo contatto, non solo con l’Associazione, ma anche con altri giovani che condividono la stessa esperienza.

L’inizio di un legame che puo’ cambiare la vita, un momento di informazione con gli esperti nel campo della SM e di incontro con tantissimi ragazzi che affrontano le stesse sfide. La due giorni prevede infatti focus e incontri su diverse tematiche legate alla malattia, ma anche aggiornamenti dal mondo della ricerca scientifica, informazioni sulla gestione quotidiana della SM, sui diritti, con la possibilita’ di fare domande e interagire direttamente con i professionisti presenti, oltre a laboratori esperienziali dedicati al benessere fisico. “Il senso di questa giornata- spiega all’Agenzia Dire, Angela Martino presidente nazionale AISM Onlus- e’ un’opportunita’ che i giovani con sclerosi multipla vogliono fortemente cogliere per informarsi. Perche’ un giovane informato ha meno paura di affrontare la sclerosi multipla nella quotidianita’ e riesce a districarsi meglio in un mondo dove non sempre i diritti vengono garantiti e perche’ un giovane informato un domani sara’ un cittadino sempre piu’ attivo nella societa’ futura”.

CONDIVIDI