E’ in corso a Udine l’autopsia sul corpo di Davide Astori, il giocatore della Fiorentina morto nella notte tra sabato e domenica scorsi in una camera dell’Hotel La’ di Moret di Udine. L’incarico e’ stato conferito questa mattina dalla Procura al direttore del Centro di patologia vascolare dell’Universita’ di Padova Gaetano Thiene e all’anatomopatologo Carlo Moreschi sulla base del fascicolo aperto dal da Procuratore Antonio De Nicolo per omicidio colposo a carico di ignoti. I medici legali sono giunti intorno alle 11 in Procura e si sono diretti nella sezione di Polizia giudiziaria dei carabinieri dove hanno ricevuto l’incarico. L’autopsia durera’ alcune ore e verra’ condotta in forma garantista alla presenza anche di consulenti di parte, uno dei quali nominato dal fratello del calciatore rimasto in questi giorni a Udine. I risultati definitivi giungeranno entro 60 giorni. In pratica si vuole appurare, al di la’ di ogni dubbio, che Astori sia morto per una tragica fatalita’, in uno di quei rari casi di morti cardiache improvvise di atleti giovani. Dopo l’autopsia si dovranno sbrigare alcune pratiche per consentire il trasferimento della salma di Astori che domani arrivera’ a Coverciano, dove sara’ allestita la camera ardente, prima dei funerali, giovedi’ alle 10 nella Basilica di Santa Croce a Firenze. La salma del calciatore sara’ poi tumulata in provincia di Bergamo.

CONDIVIDI