L'ex ministro Beatrice Lorenzin

“Tutelare la salute femminile significa favorire la salute di un’intera famiglia e di tutta la collettività, perché le donne svolgono un’azione di health driver fondamentale”. Lo afferma il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in occasione della III Giornata nazionale della salute della donna, celebrata oggi con una serie di eventi a Roma e in tutta Italia. La Giornata, promossa dal ministero insieme alla Fondazione Atena Onlus rappresenta l’occasione per sottolineare la rilevanza strategica che la tutela della salute femminile riveste per il miglioramento dello stato di salute del Paese. La tutela e la promozione della salute della donna costituiscono, anche, una misura della qualità, dell’efficacia e dell’equità del nostro sistema sanitario.

“E’ fondamentale che i responsabili politici e gestionali della sanità pubblica dedichino costante attenzione alla salute femminile”, insiste Lorenzin. Quest’anno la Giornata prevede due focus in particolare, che impattano sulla salute fisica e psichica delle donne: la violenza e i disturbi dell’alimentazione. Due tematiche “che interessano, purtroppo, milioni di donne e che saranno affrontate in tavoli di lavoro interdisciplinari composti da esperti del settore”. Nella Giornata saranno inoltre affrontati anche gli altri temi relativi alla salute femminile lungo tutto l’arco della vita, mettendo al centro le azioni di prevenzione e l’importanza degli stili di vita corretti per la tutela della salute.

La Giornata viene celebrata in tutta Italia con iniziative di sensibilizzazione e prevenzione organizzate dalle principali associazioni, società scientifiche e istituzioni territoriali che si occupano a vario titolo della promozione della salute della donna e che proseguiranno anche oltre la Giornata stessa (l’elenco delle iniziative è consultabile sul sito del ministero della Salute).

CONDIVIDI