Si chiama Orlando Fratto, ha 35 anni, è di Soverato in provincia di Catanzaro. Era condannato ad un tumore inoperabile, ma la solidarietà del suo paese lo ha salvato. 10mila anime che in pochi mesi hanno racimolato 70mila euro solo per lui: mercatini, partite di calcio, spettacoli. Tanto che è nata l’associazione “Orlando il guerriero onlus”. Grazie alle donazioni è stata possibile la sua trasferta a New York dove è stato operato al Columbia University Medical Center, che ha asportato il suo cancro. A Orlando, detto «il guerriero» a settembre erano state diagnosticate due settimane di vita, ma il tam tam era già partito. Una corsa contro il tempo per raggiungere a New York il chirurgo giapponese Kato Tamoaki, pioniere dei trapianti multipli e di una tecnica di rimozione dei tumori addominali, “salvatore”, grazie alla sua tecnica, di 11 vite. Le possibilità di sopravvivenza  per Orlando sono del 30%, ma occorrono 546mila dollari, degenza compresa. Adesso che ha superato questa brutta storia ringrazia tutti in un post su Facebook e si propone di conoscere uno per uno i partecipanti alla colletta che gli ha salvato la vita.

CONDIVIDI