I carabinieri del Nas hanno notificato i provvedimenti al ricercatore universitario Alessandro Ciresi, che deve rispondere di falso ideologico, abuso d’ufficio e truffa aggravata ai danni dell’Universita’ e del Policlinico e che si e’ visto sequestrare beni per 104.694,18 euro. Gli illeciti sarebbero stati compiuti dal 2014 al 2016. Sotto indagine anche la docente universitaria Carla Giordano che, essendo autorizzata dall’assessorato regionale della Salute per le specifiche prescrizioni, lo avrebbe aiutato. Alla professoressa si contestano il falso ideologico e l’abuso d’ufficio.

CONDIVIDI