“Per la prima volta in Lombardia una donna sterile potra’ avere una gravidanza in futuro grazie al trapianto di tessuto ovarico, precedentemente prelevato dalla stessa e crioconservato”. L’intervento e’ stato eseguito dagli esperti della Ginecologia e ostetricia e del Centro scienze della natalita’ dell’ospedale San Raffaele di Milano, che cosi’ lo raccontano in una nota. La paziente, 31 anni, aveva subito l’asportazione di entrambe le ovaie e delle tube a causa della sindrome di Gorlin, una rara malattia ereditaria che provoca la formazione di fibromi ovarici e avrebbe reso impossibile una gravidanza. Nel corso dell’intervento di asportazione del secondo ovaio, eseguito al San Raffaele un anno fa, i chirurghi erano riusciti a prelevare una parte del tessuto ovarico sano affinche’ potesse essere crioconservato e reimpiantato. A un anno di distanza la paziente, desiderando una gravidanza, ha deciso di sottoporsi all’intervento di trapianto di tessuto ovarico: l’e’quipe ha eseguito l’operazione in laparoscopia, creando una “tasca” in corrispondenza dell’ovaio asportato in cui ha inserito i frammenti di tessuto ovarico sano precedentemente crioconservati.

CONDIVIDI