In anticipo su quanto previsto, con effetto sorpresa, ieri i direttori generali dell’Asl Napoli 3 Sud Antonietta Costantini e dell’Azienda ospedaliera di rilievo Nazionale Antonio Cardarelli Ciro Verdoliva hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per la realizzazione della rete per la gestione dei pazienti da sottoporre a valutazione per trapianto di fegato, e l’organizzazione del teleconsulto per le reti tempo dipendenti.

La decisione di rompere gli indugi ha avuto luogo durante il convegno su “Pasta e salute”, presso la sala consiliare del comune di Gragnano con la presenza di autorevoli personalità del mondo medico scientifico e istituzionale, oltre ad un folto pubblico di cittadini.

L’accordo scaturisce dalla necessità di fornire una risposta efficace ed efficiente che assicuri la piena presa in carico dei pazienti Asl Napoli 3 Sud che necessitano di trapianto epatico.

Il modello organizzativo è così strutturato: i pazienti afferenti al centro epatologia del presidio ospedaliero di Gragnano diretto dal dottor Carmine Coppola (da tempo eccellenza di livello nazionale per la diagnosi e la cura delle malattie epatiche), candidabili a valutazione trapiantologica, saranno inviati, previa prenotazione, al centro trapianti del Cardarelli. Il centro trapianti entro sette giorni, si impegna ad effettuare la valutazione ed entro un mese verrà effettuato il bilancio pre trapianto, propedeutico all’inserimento nella lista trapianti. Il centro trapianti Cardarelli, entro quindici giorni dalla effettuazione del bilancio pre-trapianto, si impegna a riunire la commissione per la lista trapianti, prevendendo la partecipazione del dottor Carmine Coppola o di suo delegato con l’impegno di sottoporlo a verifica ed eventuale rivalutazione a sei mesi dall’applicazione.

Presa in carico dei pazienti Asl Napoli 3 Sud Afferenti alle reti tempo-dipendenti

Nella seconda parte dell’accordo si dà mandato alle direzioni sanitarie di individuare un gruppo di lavoro costituito da dirigenti di entrambe le Aziende che provvedano a definire entro 15 giorni dall’insediamento le procedure per la trasmissione di immagini di radiodiagnostica e teleconsulto specialistico per le reti tempo-dipendenti (infarto del miocardio, stroke-ictus, politrauma) che vedono coinvolte Cardarelli e Asl Napoli 3 Sud.

I direttori Costantini e Verdoliva, a margine della cerimonia di sottoscrizione dell’accordo, hanno espresso viva soddisfazione per il “passo avanti compiuto nella qualità dell’assistenza offerta ai cittadini seguendo un percorso di sinergia e collaborazione istituzionale”.

CONDIVIDI