Topi morti nella cucina di un ristorante di Favara, grosso centro dell’agrigentino, che viene chiuso dai carabinieri. Nell’ambito di un servizio di controllo da parte dei militari dell’Arma, con l’obiettivo del rispetto delle normative relative all’igiene e alla salute, i militari della Tenenza Carabinieri di Favara, in collaborazione con il Nas di Palermo, hanno puntato l’attenzione su un ristorante.

“Troppe, infatti, le violazioni accertate dai militari dell’Arma – dicono gli investigatori – Prodotti ittici e caseari mal conservati, alimenti carenti della necessaria tracciabilità, persino un topo morto presente nelle cucine, in bella vista”.

SEQUESTRI – Gli accertamenti svolti dai carabinieri del Nas hanno consentito di sequestrare circa 550 chili tra carne, vino, olio, prodotti ittici e caseari, tutti scaduti, in cattivo stato di conservazione, oppure dalla provenienza incerta.

MULTA – I carabinieri hanno inoltre fatto intervenire il personale sanitario ispettivo dell’ASP di Agrigento, che ha contestualmente emesso un provvedimento di sospensione dell’attività produttiva, elevando sanzioni amministrative per un totale di circa 10.000 euro.

CONDIVIDI