I carabinieri hanno sequestrato ad Agrigento 500 scatole di medicinali senza fustelle, mentre per il titolare della farmacia e’ stato denunciato per tentata truffa. Secondo l’accusa avrebbe venduto regolarmente i farmaci ai clienti, togliendo pero’ le fustelle dalle confezioni, per poi richiedere l’indebito rimborso dei farmaci al servizio sanitario nazionale. L’operazione svolta dai carabinieri e’ stata chiamata “prendi uno e pagano in due”, ovvero sia il cliente sia il servizio sanitario nazionale.

CONDIVIDI