Flavio è un bimbo di Portici di tre anni e mezzo che affronta la sindrome dell’X fragile. È stato scelto per la campagna Telethon la sua storia è un messaggio di speranza e una richiesta di un aiuto alla ricerca, affinché si possa trovare una soluzione a malattie rare, che come in questo caso, rientrano quasi sempre nelle categorie dello spettro autistico.La strada per avere la diagnosi non è stata semplice. «Oggi – racconta mamma Laura – grazie a logopedia, psicomotricità e 12 ore a settimana di terapia aba, divise tra scuola e casa, i risultati sono molto positivi. Ha imparato a bere dal bicchiere, a non lanciare gli oggetti, sta imparando a giocare in modo indipendente, ed a vocalizzare». 

Il primo passo è far conoscere tale sindrome e sensibilizzare la gente a donare per la ricerca, unica vera speranza per i bimbi affetti da X-fragile o da autismo. Per questo la testimonianza di Laura e la sua battaglia per non restare nell’ombra sono un esempio di grande tenacia e forza d’animo.

“Ogni successo di Flavio è un successo per ogni bambino affetto da tale sindrome, perché significa che con impegno e costanza tutti possono migliorare. E’ un messaggio di speranza che voglio dare a quei genitori che vivono ogni giorno con la speranza di superare quella barriera invisibile che li separa dai loro figli”. Laura ha creato anche un blog su Facebook, dove racconta la sua storia e ciò che fa con Flavio, i suoi progressi, la sua esperienza “perché spero possa essere utile ad altre mamme” Questo il link

 

 

CONDIVIDI