Il presidente del Consiglio segue da vicinola tragedia di Corinaldo, pretende risposte chiare e celeri sulle cause e sta per andare nelle Marche. “Quello che doveva essere un incontro gioioso, un concerto, si e’ trasformato in tragedia, una tragedia inaccettabile”, scrive Giuseppe Conte a proposito della strage di Corinaldo, dove hanno perso la vita sei persone. “Quanto accaduto nella discoteca di Corinaldo, nelle Marche, sta suscitando un grande dolore in tutta la comunita’. Sono sei le vittime gia’ accertate, di cui cinque giovanissime. Il mio pensiero commosso non puo’ che andare a queste vite spezzate e ai loro familiari”, sottolinea. “Seguo con grande apprensione anche l’evoluzione delle condizioni di salute, alcune molto critiche, delle tante persone ricoverate nelle strutture sanitarie e sto per recarmi sul posto, per verificare di persona quello che e’ accaduto. Ora e’ il momento dei soccorsi e del cordoglio, ma e’ chiaro che sono numerose le domande in ordine alla responsabilita’ di questa tragedia, al rispetto delle norme di sicurezza, che dovranno trovare una risposta chiara, celere e univoca. Lo pretendiamo”.

CONDIVIDI