Vengono pubblicizzati come un modo semplice per proteggere la salutedel cuore, ma in realta’ l’assunzione di integratori di omega 3 non e’ poi cosi’ vantaggiosa come si pensa. Uno studio pubblicato sulla rivista Cochrane ha esaminato le evidenze sull’argomento raccolte su oltre 100mila persone e hanno trovato poche prove a sostegno che questi integratori aiutino a prevenire le malattie cardiache. I risultati, invece, dimostrerebbero che la possibilita’ di avere benefici significativi dall’assunzione dei supplementi di omega 3 e pari a una su mille. Questo non significa comunque che non si debba inserire pesce ricco di omega 3 in una dieta sana. “La revisione fornisce una buona prova del fatto che l’assunzione di supplementidi omega 3 a catena lunga non giova alla salute del cuore o non riduce il rischio di ictus o morte per qualsiasi causa – dicono i ricercatori – Gli studi piu’ attendibili hanno costantemente mostrato un effetto scarso o nullo dei grassi omega-3 a catena lunga sulla salutecardiovascolare”.

CONDIVIDI