Circa 6 milioni di italiani beneficiano di trattamenti manuali per ritrovare il benessere, di questi quasi un milione e mezzo hanno provato lo Shiatsu e circa 600 mila ne fanno uso abitualmente. A ricordarlo è la FISieo (Federazione Italiana Shiatsu insegnanti e operatori), in vista della Settimana dello Shiatsu, in programma in tutta Italia fra il 18 e il 25 settembre. “Sette anni in una settimana” è il tema della settima edizione di un’iniziativa, ormai diventata un appuntamento fisso sia per chi ama questa antica ‘arte per la salute‘ sia per chi vuole avvicinarsi per sperimentarla e capirla.

Quest’anno la Federazione ha deciso di rivisitare le precedenti edizioni all’insegna della frase: ‘A cosa può servire un passo indietro? A farne molti di più in avanti’. “Rivisitare il tanto che abbiamo fatto – dice Renato Zaffina, presidente della FISieo – ci consente di rivalutare e misurare il crescente interesse che abbiamo suscitato; insomma capire bene che lo Shiatsu è una realtà consolidata in Italia. Tutto questo non servirà a ritenerci arrivati: sarebbe un errore gravissimo. Vogliamo verificare la nostra forza per consolidarla, rinnovarla e mantenerla sempre in crescita tenendo conto dell’evoluzione sociale in cui, con il nostro lavoro, siamo inseriti a pieno titolo”.

“Quest’anno – aggiunge Nadia Simonato, responsabile della Settimana – partendo dall’esperienza maturata in questi sette anni, andremo a creare una serie di eventi locali dedicati a tutti coloro che vogliono rivisitare e conoscere gratuitamente la nostra disciplina, attraverso operatori e scuole di cui possiamo garantire un alto (e verificato) standard di qualità”. Gli iscritti alla FISieo sono 2.500, compresi i soci studenti. Gli insegnanti attestati secondo la legge 4 del 2013 sono 200, mentre i professionisti sono 500. 

Lo Shiatsu, spiegano gli operatori, può dare un importante contributo anche all’educazione alla salute perché è in grado di stimolare un riequilibrio che interessa sia il corpo fisico sia gli aspetti psichici ed emozionali. Favorisce un nuovo atteggiamento mentale e uno stile di vita “capace di preservare e stimolare un nutrimento profondo dell’essere umano, e un’armonica relazione con l’ambiente circostante”, evidenzia FISieo.

Nella settimana porte aperte negli studi professionisti iscritti al Registro Operatori Shiatsu FISieo: su prenotazione sarà possibile richiedere un trattamento gratuito. Ci sarà poi l’iniziativa ‘Scuole aperte’, con presentazione di corsi professionali, amatoriali e workshop, attività promozionali delle scuole accreditate FISieo, oltre a incontri, convegni e seminari in tutte le regioni italiane. L’evento ufficiale di apertura è in programma a Bologna il 18 settembre, alle ore 17,30, nella sala Marco Biagi. Tutto il programma sarà costantemente aggiornato nel blog www.infoshiatsu.it/lasettimana.

CONDIVIDI