I Finanzieri del Comando provinciale GdF di Napoli, compagnia di Portici, hanno posto sotto sequestro uno studio medico dentistico privo delle prescritte autorizzazioni previste dalla legge. In particolare, lo studio medico nella centrale Libertà era sconosciuto al fisco pur essendo frequentatissimo da pazienti che pagavano prezzi concorrenziali. Al termine dell’attività ispettiva, eseguita congiuntamente con personale dell’Asl Napoli 1 centro, sono stati posti sotto sequestro tre locali, due adibiti a gabinetto odontoiatrico con relativa attrezzatura chirurgica, arredi, farmaci di vario tipo, strumentazione odontotecnica per piccole lavorazioni e/o riparazioni di protesi dentarie, il terzo dedicato alla sterilizzazione degli strumenti chirurgici. Il responsabile è stato segnalato all’autorità giudiziaria per esercizio dell’attività odontoiatrica in assenza delle previste autorizzazioni. Sono in corso accertamenti per ricostruire compiutamente gli elementi positivi di reddito sottratti al fisco.

CONDIVIDI