Un Protocollo d’Intesa per migliorare la percentuale di arruolamento della popolazione per gli screening del cancro al colon retto ed alla mammella. Le oltre 300 farmacie di Napoli diventano braccio operativo e veicolo informativo dell’Asl, grazie alla loro capillare diffusione sul territorio. Per il colon retto il cittadino potra’ ritirare in farmacia il kit necessario per l’analisi, riconsegnandolo il giorno successivo. Sara’ poi cura della farmacia stessa inoltrarlo ai laboratori dell’Asl che contatteranno il cittadino per la notifica dei risultati.

 

Per quel che riguarda lo screnning del cancro alla mammella i farmacisti inviteranno le signore ad aderire alla campagna di prevenzione. In questo caso l’utente potra’ scegliere l’ambulatorio dell’Asl piu’ vicino a casa propria oppure qualsiasi altro ambulatorio disponibile. In farmacia prenotera’ luogo e data della visita attraverso il gia’ consolidato sistema del Cup. Entrambi gli screening sono totalmente gratuti per il cittadino. Il protocollo a favore della prevenzione e’ stato siglato dal direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, Mario Forlenza, ed il Presidente di Federfarma Napoli, Michele Di Iorio.

CONDIVIDI