“Vi do una bella notizia: abbiamo deciso ieri di destinare 160 unità lavorative al Ruggi, medici e infermieri”. Ecco l’annuncio del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine della presentazione di Salerno Letteratura. “Era un’esigenza vitale – spiega il governatore – perché rischiavamo di chiudere il Da Procida, unico polo della riabilitazione, eravamo in difficoltà al Pronto Soccorso, in affanno in altri reparti. Ho voluto dare un segnale, il Ruggi lo merita”. “Da oggi non ci sono più alibi – prosegue De Luca – il Direttore Generale può andare avanti con le procedure di reclutamento di medici e infermieri. Parallelamente è necessario scorrere anche le graduatorie aperte. E’ inutile fare nuovi concorsi che dureranno anni. Meglio scorrere le graduatorie. Vale per tutte le figure professionali: ci sono ingegneri, tecnici informatici, infermieri”. De Luca ha riparlato del nuovo ospedale. “Abbiamo in dirittura d’arrivo il bando per la selezione dei progettisti – ha spiegato – La cosa importante l’abbiamo già fatta: abbiamo reperito 400 milioni di euro per il nuovo ospedale. Può sembrare che tutto cada dal cielo. No… cade da De Luca, sia chiaro. Era in ballo il futuro, perché tra 3-4 anni bisognerà chiudere il vecchio ospedale che rischia il collasso. Avremo un nuovo polo ospedaliero, tecnologicamente avanzato”.

 

 

CONDIVIDI