Pronti? Partenza! Il via lo si darà domenica 15 settembre in viale San Modestino a Mercogliano. Come sempre è lì che avverrà il taglio del nastro della Camminata Rosa, giunta quest’anno alla VI edizione. L’iniziativa solidale è organizzata dalle associazioni Amdos e Amos irpine, Noi in Rosa, Oltre il Rosa la Forza della Vita e Pro Loco Atripaldese, che si occupano di prevenzione del tumore al seno, guidate dal dottore Carlo Iannace, senologo della Breast Unit dell’Ospedale Moscati di Avellino, con il patrocinio del Consiglio regionale della Campania, della Provincia di Avellino, dei Comuni di Avellino e Mercogliano, dell’Arcidiocesi di Avellino, dell’organizzazione Europa Donna Italia, dell’A.O. Moscati di Avellino, della Favo, dell’Unpli Campania, della Confcommercio Avellino, e sponsorizzata dall’Agaton e da Radio Punto Nuovo.

Alle ore 9.00 la partenza. Il fiume rosa che lo scorso anno ha registrato oltre 7.000 presenze e che secondo le previsioni quest’anno sarà ancora più lungo, dopo il raduno dei partecipanti e il saluto delle autorità, comincerà a scendere, tra musica e abbracci rosa, verso Avellino, passando per via Serroni, la frazione Valle e viale Italia, fino raggiungere Corso Vittorio Emanuele dove il Vescovo, Monsignor Arturo Aiello, celebrerà la Santa Messa presso la chiesa del SS Rosario alle ore 12.00. Lungo la strada come sempre ci saranno balli, divertimento, testimonianze e i contributi sociali delle scuole di Avellino, affinché prevenzione e solidarietà si divulghino sempre più a partire proprio dai giovani. Giovanissima anche la madrina ufficiale della VI Camminata Rosa, la vincitrice del programma The Voice of Italy 2019, la cantante irpina Carmen Pierri, già ospite speciale dello spettacolo The Power of Pink, tenutosi nell’anfiteatro delle Arti di San Nicola Baronia lo scorso 27 luglio, per promuovere la Camminata Rosa 2019.

La Camminata Rosa, anche quest’anno presentata dall’attore, regista e presentatore mercoglianese Giuseppe Joy Saveriano, ancora una volta vuole lanciare il messaggio dell’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce. Le tante donne che parteciperanno all’evento insieme ai familiari e agli amici hanno dimostrato che insieme si vince la più grande battaglia, quella contro la malattia. Così come, sempre unendo le forze, le stesse donne hanno battuto il record della sciarpa rosa più lunga del mondo lo scorso 8 marzo a Lioni, con 16.943 metri di lana rosa lavorata a mano.

Tante le novità di quest’anno. Tra queste, una Camminata Rosa plastic free. Non saranno distribuite, infatti, le bottigliette di acqua lungo il percorso, ma chi vorrà potrà munirsi di borraccia rosa o ritirarla alla partenza. Al termine della Santa Messa, inoltre, non ci sarà il tradizionale lancio dei palloncini, ma il cielo si colorerà comunque di rosa per salutare chi purtroppo non ce l’ha fatta. E di rosa si coloreranno, alcuni a partire già dai prossimi giorni, anche i comuni dell’Irpinia e non solo. Con l’iniziativa Monumenti in rosa i sindaci hanno scelto di illuminare con luci rosa i principali monumenti dei paesi, e parteciperanno quest’anno anche alcuni comuni del salernitano e del Sannio, tra cui San Leucio, il paese natio del dottore Carlo Iannace.

Sabato 14, per dare il via alla VI Camminata Rosa, presso l’aula magna dell’A.O.R.N. Moscati di Avellino si terrà un convegno informativo aziendale dedicato alla prevenzione del tumore alla mammella, con la partecipazione di diversi medici e rivolto in particolare ai medici di famiglia. Le associazioni invitano tutti a partecipare al grande fiume rosa che invaderà Mercogliano e Avellino e ricordano che è possibile iscriversi alla VI Camminata Rosa e ricevere i kit, composti da maglietta, cappello e zainetto, ancora disponibili presso le sedi delle associazioni, l’ospedale Moscati e, domenica 15 settembre, anche al punto della partenza.

CONDIVIDI