Nel corso del primo quadrimestre del 2018 il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, d’intesa con il Ministero della Salute, ha pianificato e dato esecuzione ad un monitoraggio, in campo nazionale, finalizzato al controllo della corretta produzione e commercializzazione dei prodotti fitosanitari e fertilizzanti utilizzati in agricoltura nonche’ del loro corretto impiego nell’ambito della vigente normativa.

Il ministro Giulia Grillo

E’ stata pertanto realizzata una mirata attivita’ di verifica da parte dei 38 Nas dislocati sul territorio nazionale, con l’esecuzione di oltre 705 controlli presso attivita’ di vendita, stoccaggio ed impiego di fitosanitari, riscontrando irregolarita’ in 107 casi (pari al 15% degli obiettivi controllati), accertando 147 violazioni (di cui 20 penali) e contestando sanzioni amministrative per oltre 900 mila euro. In totale sono stati sequestrati, complessivamente, 151 tonnellate e 276.640 confezioni di agrofarmaci e fertilizzanti chimici irregolari poiche’ detenuti in strutture abusive e prive dei requisiti 2 di sicurezza, venduti a personale privo dell’abilitazione professionale all’uso, in alcuni casi provenienti da canali non autorizzati e con etichettatura contraffatta ed alterata.

Tali sequestri, che hanno consentito di sottrarre, ben prima dell’impiego sul campo, significative quantita’ di prodotti potenzialmente pericolosi e/o destinati a persone prive di conoscenze tecniche per un corretto utilizzo, ammontano ad un valore di mercato di oltre 1 milione di euro.

CONDIVIDI