E’ stato ritrovato il piccolo portato via dalla mamma, alle 21 di ieri, dall’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. Il bimbo era con la donna e sta bene. Le indagini degli agenti della Squadra mobile salernitana e il pattugliamento del territorio da parte dei carabinieri hanno dato i loro frutti nel tardo pomeriggio. Intercettazioni strumentali e testimonianze hanno portato alla conclusione della fuga. Il neonato, nato il 28 marzo scorso, era con la mamma, il compagno e un’amica della donna, in un casolare abbandonato nei pressi della casa del fratello di lei in via Eugenio Caterina a Salerno. Il bambino è stato riaccompagnato in ospedale ed è in ottime condizioni di salute. Secondo quanto si è appreso, la donna, di nazionalità polacca, non aveva avuto l’autorizzazione a tenere con sé il piccolo. Una vecchia vicenda del 2015 aveva spinto la procura a tenere sotto controllo la sua vita. Quando è arrivata in ospedale per partorire, la donna era in stato di ebbrezza: circostanza che è stata, come prevede la legge, segnalata ai magistrati. Il 6 aprile era stato così stabilito che il bimbo non venisse dimesso dalla struttura sanitaria in attesa di decisioni. Alla fine del mese scorso, poi, era stato disposto l’allontanamento del piccolo dalla madre nonostante la donna continuasse ad allattarlo nel reparto di Neonatologia dal quale poi, nella serata di ieri, l’ha portato via.

CONDIVIDI