Rivalutati formaggi e carni rosse: uno studio internazionale suggerisce addirittura di mangiarne circa il doppio rispetto a quanto hanno finora consigliato gli esperti di alimentazione sana. L’indagine, che ha coinvolto ben 220.000 adulti, ha messo in luce che mangiare tre porzioni di latticini e una e mezza di carne al giorno può ridurre il rischio di morte prematura di un quarto. Risultati che “sfidano la saggezza convenzionale” fatta di decenni di consigli unidirezionali: per la nostra salute occorre ridurre il consumo di latte e carne rossa.

Le attuali linee guida inglesi – ricorda il Telegraph on line – dicono che i prodotti caseari dovrebbero costituire solo l’8% dell’apporto calorico giornaliero di una persona: più o meno uno yogurt o due piccole fette di formaggio al giorno. Mentre il consumo di carne rossa dovrebbe essere limitato a 70 grammi al giorno. Il nuovo studio della McMaster University, in Canada, ha rilevato che livelli molto più alti di assunzione di questi alimenti sono legati a una riduzione del rischio di morte precoce.

Tre porzioni di latticini – ad esempio due fette di formaggio, uno yogurt intero e mezzo litro di latte intero – e una e mezza di carne rossa ogni giorno sono state collegate a un tasso di morte prematura inferiore del 25% rispetto a un consumo minore, con il 22% in meno di attacchi di cuore.

Andrew Mente, che ha presentato i risultati alla conferenza della Società europea di cardiologia (Esc) a Monaco, ha spiegato che il grasso saturo contenuto nella carne e nei prodotti lattiero-caseari potrebbe avere una funzione protettiva ‘nascosta’ per il cuore. In più, coloro che mangiano più grassi probabilmente consumano meno carboidrati, molti dei quali sono spesso elaborati e zuccherini, molto più dannosi. Le persone, ha raccomandato l’esperto, dovrebbero comunque puntare a una dieta varia e che prediliga alimenti non lavorati.

Jeremy Pearson, direttore medico della British Heart Foundation, ha commentato la ricerca evidenziando che “mangiare bene significa guardare la propria dieta nel complesso, piuttosto che concentrarsi sui singoli elementi. La carne e i latticini possono contribuire a una dieta sana ed equilibrata, purché vengano consumati con moderazione insieme a molta frutta e verdura, legumi e cereali integrali”.

CONDIVIDI