In questi giorni migliaia di cittadini si stanno recando presso gli uffici dell’ASL per chiedere il rinnovo dell’esenzione Ticket per reddito. Nella sola ASL Napoli 2 Nord sono circa 300.000 i cittadini esenti per questioni economiche. Da quest’anno, per la prima volta, coloro che nel passato secondo il Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno goduto dell’esenzione senza averne titolo non possono chiedere una nuova esenzione, a meno di pagare quanto dovuto negli anni scorsi.

Questa tipologia di assistiti, contrassegnata da un “bollino rosso” nelle banche dati del Ministero, può recarsi nei giorni e negli orari stabiliti presso il proprio Distretto di residenza chiedendo informazioni utili a regolarizzare la propria posizione. Nel solo Distretto 41 – che serve i comuni di Casandrino, Frattamaggiore, Frattaminore, Grumo Nevano, Sant’Antimo – sono circa 7000 i pazienti con “bollino rosso”.

Il grande afflusso di persone e la complessità delle procedure di verifica di ciascun caso stanno determinando grande disagio tra gli assistiti con “bollino rosso” chiamati a pagare, in molti casi, centinaia di euro di arretrati per poter ricevere nuovamente il diritto all’esenzione.

La Direzione aziendale si scusa con i cittadini per i disagi che si stanno verificando in questi giorni e sta provvedendo a verificare le modalità organizzative con cui ciascun Distretto sta portando avanti le operazioni di gestione delle richieste di esenzione da parte dei cittadini con “bollino rosso”.

Negli ultimi tre anni per il solo periodo 2011/2013 l’ASL Napoli 2 Nord ha recuperato oltre 2.5 milioni di Euro tra i cittadini che avevano goduto dell’esenzione per reddito senza, tuttavia, averne titolo.

CONDIVIDI