“Senza alcun clamore, come dovrebbe agire chiunque non ami strumentalizzare fatti e circostanze a fini politici, ieri mattina ho sentito il responsabile siciliano Usmaf, Claudio Pulvirenti, e da lui ho appreso della sostanziale sicurezza sanitaria sulla nave Diciotti, dove operano in convenzione con la guardia costiera i medici del Cisom-Ordine di Malta”. Lo scrive sul proprio profilo Facebook l’assessore alla Sanita’ della Regione siciliana Ruggero Razza riguardo alla vicenda della nave della guardia costiera ormeggiata da quattro giorni al porto di Catania con a bordo 150 migranti. “Da parte dei sanitari abbiamo avuto ampie rassicurazioni sullo stato di salute dei migranti- aggiunge Razza- e ho dato incarico al direttore generale dell’Asp di Catania, Giuseppe Giammanco, di essere a disposizione dell’apparato sanitario che sta operando in loco, se serve anche mediante la fornitura di medicinali. Non tocca a me- conclude- valutare l’enorme insensibilita’ con cui l’Europa ritiene di dover affrontare la tragedia delle migrazioni, caricandola sul nostro Stato. Possiamo solo sperare che qualcuno, finalmente, si svegli a Bruxelles”.

CONDIVIDI