Un turista svizzero ricorre alle cure dei sanitari a causa di continue scariche di diarrea, al presidio sanitario di Castiglione di Ravello. Un bisogno fisiologico incontrollabile imbratta la sala del pronto soccorso, ma poiché mancano gli addetti alle pulizie, il personale di turno è stato costretto a chiudere per questioni igieniche la sala. La medicheria del pronto soccorso è rimasta off limits fino alle 8 del mattino. Quando cioè il turno montante del personale che si occupa delle pulizie del presidio ha provveduto alla sanificazione degli ambienti. Da marzo il personale addetto alle pulizie è operativo presso il presidio di Castiglione non più h24 ma soltanto sei ore al giorno. Tre al mattino e altrettante il pomeriggio. Una situazione più volte denunciata dal personale medico e infermieristico del presidio Costa d’Amalfi, costretto non solo ad assistere i pazienti ma, talvolta, anche ricoprire ruoli non di competenza.

CONDIVIDI