I recentissimi fatti di cronaca, l’attentato di Strasburgo di ieri e la tragedia di Corinaldo, “sono una doppia combinazione che crea una condizione di allerta continua nella popolazione, soprattutto più giovane, provocando un paura della folla quando ci sono grandi situazioni di calca e affollamento”. Ad affermarlo è Claudio Mencacci past- president della Società italiana di psichiatria (Sip), che avverte: “I ragazzi vanno informati e addestrati alla possibilità che ci possa essere una situazione di pericolo, così da essere pronti ad una via d’usicta”.

“Se riusciamo a prepararci noi come adulti e informare bene i nostri figli – aggiunge Mencacci- siamo anche in grado di controllare questa continua condizione di allerta trasformandola in consapevolezza che intorno a noi esistono dei pericoli. Un conto è prendere atto di questa eventualità, un conto è invece negare e convincerci che non possa mai accadere”.

CONDIVIDI