Attenzione ai mitili crudi: è buona norma sempre, più che mai in questi giorni. E’ allarme cozze contaminate da Escherichia provenienti dalla Spagna  in tutta Italia, da nord a sud. A diffonderlo il Rasff, il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare.  Le cozze vive contaminate sarebbero già state immesse sull’intero mercato nazionale,l’allerta è infatti del 16 marzo, purtroppo però non si conoscono i lotti con cozze vive contaminate anche perché riguardano non solo la Grande distribuzione ma pescherie e mercati. L’Escherichia Coli è un batterio molto insidioso presente in acque inquinate da feci che può essere una bomba per l’apparato digerente e provocare nausea, forti crampi addominali, diarrea, vomito.

Il ritiro delle cozze vive contaminate da Escherichia Coli è stato già avviato in tutta Italia, una misura cautelare a tutela della salute dei consumatori.

Il Sistema di allerta invita tutti a prestare la massima attenzione e a non consumare le cozze vive senza prima sottoporle al controllo dal Servizio igiene degli alimenti e nutrizione della Asl locale.

CONDIVIDI