Se con l’avanzare dell’eta’ c’e’ una naturale perdita dei muscoli delle gambe, che impedisce di svolgere anche le piu’ semplici attivita’ quotidiane (come salire le scale o alzarsi da una sedia) la colpa sarebbe della perdita di nervi. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori della Manchester Metropolitan University in uno studio pubblicato sul Journal of Physiology. I ricercatori hanno condotto un serie di test su 168 uomini. Nello studio e’ stato esaminato in dettaglio il tessuto muscolare, tramite risonanza magnetica. I ricercatori hanno registrato l’attivita’ elettrica che passa attraverso il muscolo per stimare il numero e le dimensioni dei nervi sopravvissuti. Hanno cosi’ scoperto che i nervi che controllano le gambe diminuiscono del 30 per cento a 75 anni d’eta’. Questo causerebbe la naturale perdita muscolare. Di solito i giovani hanno dai 60mila ai 70mila nervi che controllano il movimento delle gambe. Il nuovo studio ha dimostrato pero’ che il numero cambia con l’avanzare del’eta’. “C’e’ una drammatica perdita di nervi che controllano i muscoli, una perdita del 30-60 per cento”, ha detto Jamie McPhee, autore dello studio. “I muscoli devono ricevere un segnale adeguato dal sistema nervoso che dice loro di contrarsi, cosi’ possiamo muoverci”, ha aggiunto. La buona notizia e’ che i muscoli sani hanno una forma di protezione: i nervi sopravvissuti possono inviare nuovi “rami” per salvare i muscoli. Questo e’ piu’ probabile che accada in persone in forma, con muscoli grandi e sani. Gli anziani in forma, infatti, hanno maggiori probabilita’ di salvare i preziosi nervi. Sebbene non sia noto il perche’ le connessioni tra muscoli e nervi si deteriorano con l’eta’, aver compreso qualcosa in piu’ sulla perdita muscolare potrebbe aiutare gli scienziati a trovare dei modi per invertire la condizione in futuro. 
CONDIVIDI