Agricoltori, marittimi, pescatori e siderurgici, insegnanti di asilo nido e scuola materna, infermieri e ostetriche con lavoro organizzato in turni, macchinisti, conduttori di gru, camion e mezzi pesanti, operai dell’industria estrattiva, dell’edilizia e della manutenzione degli edifici, facchini, badanti che assistono persone non autosufficienti, addetti alle pulizie, operatori ecologici e conciatori di pelli.

Sono 15 le professioni gravose che saranno esentate dal meccanismo che all’ aumentare dell’aspettativa di vita prevede quello dell’età pensionabile. L’automatismo che, secondo quanto stabilisce la riforma Fornero, porterà a 67 anni l’accesso alla pensione dal 2019.

La notizia annunciata in un tweet dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni:

«Firmato da Giuliano Poletti il decreto che esenta 15 professioni gravose da adeguamento età pensionabile a speranza di vita. Il sistema pensionistico non va scardinato. Vanno protette le fasce più esposte della società».

CONDIVIDI