L'ospedale Cardarelli di Napoli
L'ospedale Cardarelli di Napoli

Mario Caiazzo

Per i giorni di festa è prevista un’impennata dei prezzi per posteggiare l’auto (nella maniera non canonica) all’esterno degli ospedali napoletani. Dai classici due euro, prezzo praticato presso quasi tutti i nosocomi, si passerà al doppio dell’obolo imposto dagli abusivi. L’aumento è dettato dal periodo natalizio e sarà osservato presumibilmente a partire dalla giornata di oggi fino al primo giorno del nuovo anno.

Non è una novità, anche alla fine del 2017 il tariffario raddoppiato fu applicato per esempio dai parcheggiatori fuorilegge che lavorano al Cardarelli e all’esterno dei nosocomi della zona collinare.

Naturalmente non si tratta di imposizioni, anche se nella sostanza, è come se lo fossero. La richiesta maggiorata viene proposta come regalo o con la classica dicitura di mazzetta, accompagnata da frasi del tipo: anche noi abbiamo famiglia e dobbiamo fare Natale. Parlando sempre del problema riferendoci al Cardarelli, se il malcapitato non riesce a trovare parcheggio sulle strisce blu o negli spazi autorizzati, ha un’unica opzione rimanente: quella di affidarsi agli abusivi. E allora sarà disposto a pagare quanto gli è chiesto pur di ritrovare l’auto così come l’aveva lasciata. Inutile parlare di controlli da parte delle forze dell’ordine nel periodo delle feste.

L'ingresso dell'ospedale Loreto Mare
L’ingresso dell’ospedale Loreto Mare

La maggior parte dei vigili – il numero degli effettivi è quello che è – è più impegnato a dirigere il traffico negli snodi cruciali cittadini o a vegliare nelle strade dello shopping. I prezzi maggiorati saranno applicati anche presso altri ospedali partenopei, come ad esempio il Loreto Mare o il San Giovanni Bosco. Il napoletano, del resto, è ormai diventato assuefatto al fenomeno dei parcheggiatori abusivi e nei giorni di festa non lesinerà una mazzetta più sostanziosa ai guardiani della propria auto.