Lo riporta il Giornale di Sicilia: un gesto di disperazione dovuto a un dolore incommensurabile, le cui reazioni difficilmente possono essere previste.  E’ quello che ha condotto un padre di Palermo a picchiare quattro medici dopo la morte dell suo bimbo. Il neonato è stato operato subito dopo la nascita a causa di una grave forma di tumore. Uno dei dottori è stato aggredito al punto di riportare un trauma cranico. L’ospedale Di Cristina si costituirà ora parte civile per chiedere giustizia su quanto accaduto. “L’escalation di aggressioni ai medici e agli operatori degli ospedali non è piu’ una questione di singoli e sporadici casi, ma sta assumendo sempre piu’ i contorni di un fenomeno che non è piu’ tollerabile, perché oltre a minacciare il lavoro di tanti professionisti, rischia di inficiare il diritto alla salute di tutti”, ha affermato Giovanni Milgiore, il direttore generale degli ospedali Civico-Di Cristina. Come racconta Migliore, non è la prima volta che un gesto simile si verifica. E anzi, questi episodi stanno diventando sempre piu’ frequenti, con una cadenza ormai settimanale.

CONDIVIDI