“Per i medici, e per chi in generale lavora per la salute dei cittadini, Napoli è come Raqqa”. Silvestro Scotti, presidente dell’Ordine dei medici provinciale, in una nota “condanna fermamente l’ennesimo episodio di violenza che ha coinvolto stavolta un equipaggio del 118 della Croce Rossa Italiana”.

“Come presidente dell’Ordine dei medici – si legge – esprimo tutta la mia solidarietà alla collega coinvolta, ma anche all’infermiera e all’autista dell’ambulanza. Queste vili aggressioni devono finire, ormai la situazione è fuori controllo. Le Istituzioni devono intervenire in maniera efficace e immediata”.

CONDIVIDI