Sono oltre 71mila gli italiani che nel 2016, ultimi dati disponibili, sono stati presi in carico dai servizi sanitari perché alcol-dipendenti. Nello stesso anno si registrano complessivamente 56.773 dimissioni a seguito di ricovero ospedaliere, caratterizzate dall’aver segnalata almeno una patologia attribuibile all’alcol. È quanto si legge nella relazione del ministero della Salute al Parlamento, pubblicata ieri. Netta la prevalenza delle patologie epatiche croniche, come steatosi, epatite e cirrosi (56,4% delle dimissioni); seguono le sindromi da dipendenza da alcol, e alcolismo cronico (23,4%).

CONDIVIDI