Oltre 100mila euro di fondi per finanziare la ricerca scientifica, raccolti con la campagna Sms solidale 45587. E al via, entro gennaio, la pubblicazione dei bandi per le prime 5 (su 10) borse di studio da assegnare a giovani ricercatori cardiochirurghi, del valore di 15 mila euro ciascuna. Così Cuore domani, la Fondazione onlus – costituita lo scorso anno – diretta emanazione della Società italiana di chirurgia cardiaca (Sicch), attraverso l’attività di fundraising messa in campo a settembre centra il suo primo obiettivo.

Le borse saranno suddivise in due filoni: sviluppo, in Italia o all’estero, di ricerche innovative sui meccanismi molecolari alla base della patologia coronarica, valvolare o aortica; approfondimento di tecniche scientifiche che permettano l’utilizzo del trattamento transcatetere, senza tagli chirurgici, allo scopo di ridurre al minimo l’invasività dell’intervento.

“Ringrazio i donatori che ci hanno sostenuto in maniera convinta nella nostra campagna solidale, permettendoci di raggiungere un risultato davvero importante, che ci riempie di soddisfazione e che ci proietta al contempo verso nuove iniziative a favore della ricerca sulle malattie cardiovascolari”, sottolinea Alessandro Parolari, presidente della Fondazione, che durante i lavori del Congresso Sicch – in programma fino a domenica a Roma presso l’Hotel Ergife – traccerà un bilancio dell’attività davanti ai colleghi, chiamati a eleggere il nuovo presidente e a individuare nuove sfide professionali per la categoria.

CONDIVIDI