Il Dg dell'ospedale Cardarelli, Ciro Verdoliva

Una giornata nella quale il Cardarelli, e tutte le sue anime, si incontreranno per parlare di eccellenze e di criticità, di presente e di futuro. Venerdì 22 giugno, la direzione strategica dell’Azienda ospedaliera Cardarelli ha scelto di realizzare un dibattito aperto ai soli “cardarelliani”, a tutti coloro che con la propria professionalità riempiono di sostanza l’impegno al servizio della salute profuso ormai da quasi 80 anni. «Oggi parla il
Cardarelli», questo il titolo del dibattito, sarà un’occasione per tracciare le linee che contribuiranno a determinare le scelte programmatiche dei prossimi anni. «Un evento – spiega il direttore generale Ciro Verdoliva – che abbiamo fortemente voluto, perché solo grazie al confronto si può pensare di superare i propri limiti, di dare impulso concreto al nostro desiderio di puntare all’eccellenza».
Il dibattito avrà una grande valenza anche sotto il profilo sanitario e amministrativo. Profili essenziali per una gestione organica di una delle più grandi Aziende sanitarie del Mezzogiorno d’Italia. «Ciascun intervento –sottolinea il direttore sanitario Franco Paradiso – ci aiuterà a comprendere meglio non solo i punti saldi, ma anche le criticità. In questo modo sarà possibile orientare eventuali correzioni».
Stesso discorso anche sotto il profilo amministrativo, estremamente complesso vista l’esigenza di muoversi sempre entro il quadro della spending review e, come è ovvio, nell’assoluta legittimità e trasparenza di ogni procedimento. «Mettere assieme tutte le anime di questo grande Ospedale – commenta il direttore amministrativo Anna Iervolino – è stato un grande sforzo. E’ fondamentale che la direzione strategica, di cui
l’apparato amministrativo è parte importante, possa giovarsi di momenti di condivisione, che possono dare una visione d’assieme sotto tutti i profili».
“Oggi parla il Cardarelli” è insomma il modo per invertire, una volta tanto, il punto di vista. Per fare in modo che ciascuna delle diverse anime dell’Ospedale possa rappresentare il proprio pensiero e le proprie esigenze.
Un appuntamento, come detto, dedicato ai dipendenti. Ma non per questo chiuso o, peggio ancora, precluso a chiunque abbia a cuore il futuro di questa pietra miliare dell’assistenza ca mpana. «Si dice – conclude CiroVerdoliva – che il Cardarelli sia ‘o Spital’ ‘e Napule, io dico che è l’Ospedale di tutti i cittadini della Campania. Per questo motivo, non potendo materialmente pensare di ospitarli tutti, ho deciso di registrare la giornata e metterla poi a disposizione sulla nostra pagina social ufficiale. Siamo certo che questo sia il modo più democratico e diretto per aprire le porte a tutti e proseguire nell’intento di fare di questa Azienda un riferimento di trasparenza e di legalità».

CONDIVIDI