Gli imprenditori che intendono realizzare una società (100% capitale straniero) nella Free Zone di Dubai DMCC, potranno completare l’intero processo e firmare tutta la documentazione in Italia.  Lo annuncia oggi il commercialista campano Francesco Corbello (nella foto), già strategic partner di Dubai FDI (Department of Economic Development del Governo di Dubai), che ha siglato un accordo di partnership con Dubai Multi Commodities Centre (DMCC), la più grande Free Zone degli Emirati Arabi Uniti,

istituita dal Governo di Dubai nel 2002 e premiata nel 2015, nel 2016 e nel 2017 come la migliore free-zone del mondo da “FDI Intelligence” del Financial Times.

Le zone franche (free-zones) sono sorte negli Emirati Arabi Uniti per incoraggiare gli investimenti esteri – ha sottolineato Corbello , che è anche il consigliere segretario dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord – , consentendo il 100% di proprietà delle quote societarie da parte di soggetti stranieri e una serie di incentivi, fiscali e doganali, volti a semplificare e incentivare le pratiche commerciali e industriali.  Le free-zones, in sostanza, sono singole aree circoscritte dell’Emirato nelle quali le imprese straniere possono detenere il 100% del capitale sociale ed avere incentivi quali zero tassazione e libero rimpatrio dei capitali.

Le Free Trade Zone sono governate da norme e regolamenti “speciali” e sono gestite da specifiche Autorithy.Nell’ambito di tale autonomia regolamentare – continua Francesco Corbello – ho concluso presso l’Authority DMCC il procedimento di autorizzazione per notarizzare ed autenticare i documenti richiesti dall’Authority per la costituzione di una società o l’apertura di un ufficio di rappresentanza. I nostri clienti che devono costituire una società in DMCC, o rinnovare i documenti di società già possedute nella free-zone, potranno concludere l’intero procedimento e firmare i documenti presso il nostro Ufficio ad Aversa e nelle nostre sedi di corrispondenza, in Napoli, Milano e Roma – con un notevole risparmio di costi e di tempo da dedicare all’intera operazione. Con la partnership DMCC – conclude Corbello – ampliamo i servizi offerti ai nostri clienti in che vogliono avviare un business negli Emirati Arabi Uniti dove, ormai, siamo presenti stabilmente da oltre 10 anni accompagnando gli imprenditori nelle diverse fasi del progetto di espansione internazionale.”

Con la stipula dell’accordo, Francesco Corbello viene riconosciuto da DMCC come International Service Provider.

Nella free-zone DMCC operano oltre 14.000 imprese, nel settore commerciale, industriale e dei servizi, provenienti dai diversi continenti e vi lavorano oltre 90.000 persone. Tra i principali vantaggi per le imprese che stabiliscono la loro sede nella free-zone di Dubai vi sono la possibilità per un soggetto straniero di detenere il 100% del capitale sociale, il libero rimpatrio di capitali, zero tassazione per le persone fisiche e giuridiche e semplificazione delle procedure burocratiche.