Mandatory Credit: Photo by Jason Merritt/Radarpics/REX/Shutterstock (9871072cg) Andrea Bocelli performs Celebrity Fight Night, Porto Venere, Italy - 06 Sep 2018 2018 Celebrity Fight Night Italy benefiting The Andrea Bocelli Foundation and the Muhammad Ali Parkinson Center held at the foot of The Church of St. Peter, Porto Venere, Italy - 06 Sep 2018

Per il ciclo di eventi #NONSOLOMEDICINA, Giovedì 23 Maggio, dalle 9.30 alle 11.00 nell’Aula Magna “Gaetano Salvatore” della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università Federico II, Andrea Bocelli, reduce dal grande successo ottenuto con i due concerti al Teatro San Carlo, incontrerà studenti, docenti e professionisti della salute della Scuola di Medicina e Chirurgia e dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II.
La partecipazione all’incontro è gratuita e aperta a tutti.

“Musica: medicina non solo dell’anima” sarà il titolo dell’incontro che sarà aperto dai saluti di benvenuto del Magnifico Rettore dell’Università Federico II, prof. Gaetano Manfredi, del Direttore Generale dell’Azienda Policlinico, dott. Vincenzo Viggiani e del prof. Marco Bizzarini, ordinario di Musicologia e Storia della Musica della Federico II.
A moderare l’evento sarà la giornalista RAI Maria Concetta Mattei.
Interverranno: Laura Biancalani, direttrice della “Andrea Bocelli Foundation”; Enrica Amaturo, Ordinario di Sociologia Generale; Vittorio Amato, Ordinario di Geografia Economico- Politica e Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche; Fabrizio Lomonaco, Ordinario di Storia della Filosofia.

Tenore italiano di origini toscane famoso in tutto il mondo, Andrea Bocelli, celebre per una carriera che ha saputo coniugare successi classici e sonorità pop, racconterà il suo percorso artistico ed il suo impegno per il sociale che si realizza grazie all’operato dell’ “Andrea Bocelli Foundation”.

“E’ davvero un onore per la nostra Scuola di Medicina avere ospite il Maestro Bocelli”- spiega Luigi Califano, Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia. “Per i nostri studenti questa è un’occasione importantissima per conoscere la vita, l’esperienza umana e professionale di un uomo che ha saputo coniugare il suo indiscusso valore artistico con l’ impegno etico ed umanitario nel mondo, trasformando la sua arte, attraverso la Fondazione che porta il suo nome, in uno strumento per aiutare i più deboli e gli emarginati, offrendo loro un’opportunità di salvezza”.

“#Nonsolomedicina è un ciclo di eventi che ha l’obiettivo di aggregare e far riflettere, per offrire a professionisti della salute, studenti e docenti l’occasione di ritrovarsi e condividere dei momenti di confronto. Partecipare ad un percorso di cura richiede la capacità di coniugare “saper fare” e “saper essere”. L’Azienda si impegna ormai da tempo nell’ambito delle medical humanities e cerca di garantire, in un’ormai consolidata sinergia con la Scuola di Medicina e Chirurgia, l’opportunità a tutte le professionalità coinvolte nel processo cura di poter prendere parte attiva a progettualità trasversali e di ampio respiro che avvicinino al mondo dell’arte e della cultura. L’incontro con il tenore Andrea Bocelli, orgoglio italiano noto in tutto il mondo, si colloca esattamente in questa direzione”, sottolinea Vincenzo Viggiani, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II

Il ciclo di eventi #NONSOLOMEDICINA, promosso dalla Scuola e dall’Azienda, prevede appuntamenti periodici con personaggi del mondo dell’arte, della cultura, dello sport e dello spettacolo, invitati a portare la loro esperienza nelle aule universitarie con l’obiettivo di favorire l’integrazione dei saperi. Dopo gli incontri con il giornalista Franco Di Mare, gli scrittori Maurizio De Giovanni ed Erri De Luca, il musicista Edoardo Bennato, gli attori Vincenzo Salemme, Alessandro Siani e Maurizio Casagrande ed i medici Gino Strada, Gennaro Rispoli e Pietro Bartolo, il ciclo di eventi si arricchisce di un nuovo importante contributo, a conferma della validità di un progetto divulgativo ed aggregante per studenti, docenti, professionisti della salute e cittadini.

CONDIVIDI