Svolta nel caso dell’ambulanza di Napoli – secondo la denuncia degli operatori sanitari assaltata con un palo di ferro lo scorso 12 maggio.  Le indagini della Polizia si starebbero orientando concretamente sulla natura accidentale e non dolosa dell’incidente.  Da quanto oggi si legge sulle pagine dell’edizione napoletana de La Repubblica, l’ambulanza sarebbe stata colpita da un paletto che aveva divelto.

Pronta la smentita del sindaco Luigi de Magistris. La versione del danneggiamento da parte di un passante era valsa l’accostamento di Napoli a Raqqa, da parte del presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli, Silvestro Scotti.  «Tutto è stato tranne che un’aggressione all’ambulanza, ai medici e agli infermieri» ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris in merito all’aggressione con un paletto di ferro ai danni di un mezzo del 118 denunciata sabato scorso dal direttore della centrale operativa del 118 Giuseppe Galano, e da Paolo Monorchio, presidente della Croce Rossa di Napoli. «Spiace – ha detto de Magistris – che approfittando di un episodio che sembrava andare in una direzione qualcuno ha pensato di utilizzarlo subito strumentalmente. Ormai appare chiaro da quello che emerge dai primi risultati investigativi, e dalle segnalazioni che i cittadini hanno trasferito agli organi istituzionali, che ci troviamo di fronte a una vicenda da una parte probabilmente casuale, uno scontro contro dei tubi di ferro, e per altri aspetti non anticipo cosa perché ancora al vaglio degli organi investigativi. Ci aspettiamo le scuse».

CONDIVIDI