Blitz dei carabinieri del Nas di Salerno e dei militari della Capitaneria di Porto nel mercato ittico salernitano di via Mecio Gracco, nella zona industriale del capoluogo di provincia campano. Sequestrati oltre 150 chilogrammi di pesce non tracciato. Il controllo igienico-sanitario, coordinato sul posto dal maggiore Enzo Ferrara, comandante del Nucleo Antisofistazioni e Sanita’ dell’Arma, ha interessato dieci stand di altrettanti punti vendita di esercenti nei quali i militari hanno rinvenuto e sequestrato oltre 150 chili di pesce, fresco e congelato, sprovvisto di documentazione che ne garantisse la provenienza e la filiera commerciale. Sono state anche contestate sanzioni amministrative per piu’ di 3mila euro. La Capitaneria di Porto di Salerno, poi, nell’ambito dell’operazione Confine illegale per la sicurezza dei prodotti ittici nel periodo natalizio, ha elevato 8 sanzioni amministrative per oltre 15mila euro sequestrando 1.425 chilogrammi di pesce e distruggendo circa 1.200 chili di mitili ritenuti non idonei al consumo umano. I controlli della Guardia Costiera salernitana, guidata dal capitano di vascello Giuseppe Menna, intanto, proseguono sia con mezzi navali che terrestri, da una parte, per assicurare il rispetto della rintracciabilita’ dei prodotti ittici e il corretto esercizio delle attivita’ di pesca e, dall’altra, per tutelare la salute pubblica e le risorse biologiche.

CONDIVIDI