L'ospedale Monaldi

Intervento di chirurgia estrema all’Azienda Ospedaliera dei Colli. Presso l’Unita’ operativa semplice dipartimentale di Tecniche avanzate in cardiochirurgia dell’ospedale Monaldi e’ stata rimossa una metastasi da timoma dal cuore in una donna di 40 anni. L’operazione ha visto impegnate le equipe di Carlo Curcio, direttore dell’Unita’ operativa complessa di Chirurgia Toracica e di Michelangelo Scardone, direttore dell’Unita’ operativa semplice dipartimentale di Tecniche avanzate in cardiochirurgia.

La paziente, operata otto anni fa di timoma, nel corso del follow up, ha presentato una plurirecidiva. Per asportare tutte le sei masse tumorali e’ stato necessario un intervento in piu’ fasi, con ricorso alla circolazione extracorporea. L’equipe era gia’ pronta ad impiantare un cuore artificiale qualora la paziente non avesse avuto una funzione cardiaca sufficiente, invece la paziente ha avuto “un decorso post operatorio e una ripresa al di la’ di ogni aspettativa”. “Il caso presentato e’ un esempio della importanza della multidisciplinarieta’ e del lavoro effettuato in collaborazione tra equipe diverse. Consultata la letteratura scientifica internazionale e’ emerso che si tratta del primo intervento del genere portato a termine con successo e senza l’impiego di un cuore artificiale”, hanno dichiarato i due chirurghi che hanno effettuato l’intervento, Carlo Curcio e Michelangelo Scardone.

Il dg Giuseppe Matarazzo

“Si tratta di un intervento all’avanguardia che e’ stato possibile soprattutto grazie alla collaborazione tra le unita’ operative coinvolte. Le nuove frontiere della medicina vanno sempre piu’ verso un lavoro multidisciplinare e non a compartimenti stagni” commenta Giuseppe Matarazzo, commissario dell’Azienda Ospedaliera dei Colli.

CONDIVIDI